Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Caput Mundi 4

LORENZO BARBERIS

Giunta alla seconda metà del suo arco narrativo, la miniserie Caput Mundi sembra iniziare a volgere verso la resa dei conti finale. Le prime due tavole (4-5) in un netto contrasto di bianco e nero possono quasi far pensare alla Sin City di Frank Miller, e in effetti anche questa Roma è una (credibilissima) città del vizio, dominata da un cardinale corrotto.




Appare poi come di consueto il mostro del mese, in questo caso la "Coscienza di Roma" che vediamo anche in copertina, e che se da un lato si ispira a mostri classici come quello della Laguna Nera, risente anche della reinterpretazione di opere come Toxic Avenger e Swamp Thing (specie nella rilettura di Alan Moore). Questo supermostro romano generato dai rifiuti tossici rimanda anche al miglior film di supereroi italiani finora, il recente "Lo chiamavano Jeeg Robot" (la sua Roma potrebbe benissimo intersecarsi con quella di Caput Mundi, in un possibile crossover transmediale). Roberto Cirincione…

Ultimi post

Mercurio Loi 8 - Il colore giallo

Un eroe, una battaglia 3 - Il sole di Austerlitz

Black Mirror - IV Stagione

Dylan Dog 376 - Graphic Horror Novel - Il Sequel

Le più belle cover di Amazing Stories