Vacanza Romana

 
Audrey Hepburn in "Vacanze Romane" (1953)

Di ritorno da una lunga, intensa e gratificante settimana di Vacanze Romane, su cui nei prossimi giorni effettuerò un post più ampio ed esaustivo - dopo quello viennese e quello sulla fiera monregalese, secondo l'ordine cronologico di visita. Per ora non posso che limitarmi ad affermare che Roma è una città incredibile, il caput mundi a tutti gli effetti, e che ogni volta che ci torno - questa è la quarta - ha su di me quasi un potere rigenerativo. Questa volta mi ha ispirato una nuova visione fotografica nei miei scatti (che restano tuttavia incentrati sulla matrice ermetica di ogni città) e un intenso racconto per ora allo stato di abbozzo, che forse pubblicherò anche online - forse in un apposito sub-blog. Per ora concludo con la Hepburn, mio antico mito cinematografico (e fumettistico, con la Julia di Berardi per Bonelli...) mentre si sottopone al morso del più celebre bafometto di Roma nel celebre film del 1953. Una citazione scontata, forse, ma praticamente inevitabile...

Post più popolari