Governo Adro

Continua ad infuriare il braccio di ferro sulla ormai celebre scuola media di Adro, dove i leghisti hanno posizionato circa settecento simboli sull'edificio, e il sindaco pare intenzionato a dare battaglia per mantenerli, nonostante il parere opposto della Gelmini e, a mezza bocca, dello stato maggiore del partito leghista. Ovviamente, l'utilità del caso pare semplicemente quella di un distrattore sociale: come per far digerire Roma Capitale Bossi si è "lasciato sfuggire" un SPQR creativamente reinterpretato, così probabilmente la polemica di Adro serve a distrarre dal rischio di portare a casa un federalismo fiscale "solidale". La cosa, tuttavia, mi interessa come blogger esoterico per la natura di simbolo ermetico del celebre esacolo, uno dei più bei simboli adottati dalla politica a mio avviso.

La copertina del post è infatti dedicata allo Scudo di Vetulonia, una delle più antiche steli etrusche ritrovate, risalente al 700 AC, che è una delle più antiche attestazioni del simbolo, almeno in Italia. Per quanto attestato in tutto il mondo antico come simbolo solare, esso potrebbe avere una particolare connessione con le Alpi, specie in Piemonte, dove il solstizio di estate e di inverno erano identificati con l'allineamento del sole al tramonto sulle Alpi: nel primo esso calava sul Monviso, sul secondo sulla Bisalta. Significativamente, questo allineamento era perfetto su Mondovì, come ho già avuto modo di scrivere nel mio libro sui Misteri monregalesi, e unito all'asse terrestre che collega la città a Torino, formava il perfetto esacolo del simbolo leghista.

Del resto, la Lega dal 1996 ha fatto oggetto di una speciale venerazione il Monviso, dove Bossi si reca ogni anno a raccogliere l'acqua sorgiva del Dio Po in un'ampolla sacra di sapore graaliano; e la cerchia ristretta dei massimi collaboratori di Bossi stesso prende il nome di Cerchio Magico, una triade occulta formata da Rosi Mauro, potente capo del sindacato leghista, con Bricolo e Reguzzoni, contrapposta a quella, invece palese, dei Tre Roberti, Maroni, Cota e Calderoli. Una perfetta simmetria esacolare, insomma.

La cosa più curiosa, tuttavia, è che i detrattori del cerchio magico di Adro gli vorrebbero opporre, in un'ottica anti-nazionalista, il cerchio di dodici stelle dell'Unione Europee. Questo simbolo deriva tuttavia dalla corona di dodici stelle della Vergine Apocalisse, usato intenzionalmente dal grafico Arsene Heltz nel 1955 per creare il simbolo della nascente Unione in un senso cristiano. Tuttavia, tale simbolo rimandava in verità, nell'Apocalisse di Giovanni, alle dodici tribù di Israele che, a loro volta, rispecchiavano i dodici segni dello zodiaco (le dodici "stelle" o costellazioni che accompagnano il sole nel suo cammino.

La croce a dodici braccia, tuttavia, deve la sua importanza anche dal riassumere la sovrapposizione tra la croce celtica (che indica la lancia assiale e la posizione equinoziale del sole) con la croce esacolare, la quale segna le posizioni solstiziali, come detto. Una croce ad otto braccia, quindi (simbolo comunque presente), ma irregolari, che divengono invece regolari aggiungendone le quattro mancanti.

Il simbolo solare a sei bracci e quello a dodici, dunque, sostanzialmente si sovrappongono in un analogo simbolismo, al di là dell'opposizione che oggi li vuole contrapposti. La forza dell'archetipo junghiano del cerchio solare è più potente di quel che possiamo immaginare.

Post più popolari