Vatican Time Machine

Ho scoperto in questi giorni l'interessante figura di Padre Pellegrino Alfredo Maria Ernetti, eclettico monaco benedettino veneto che avrebbe scoperto una limitata macchina del tempo, il Cronovisore.

Padre Ernetti, che sarebbe stato collaboratore di Von Braun, di Fermi, di un imprecisato nobel nipponico (una triade non rassicurante, a dire il vero) avrebbe sviluppato una macchina in grado di captare le onde visive provenienti dal passato con un suo gruppo di ricerca nel 1950, studiando dapprima Mussolini (appunto), quindi Napoleone e poi, spingendosi sempre più nel passato, giungendo addirittura a filmare la passione di Cristo. La più antica visione di Padre Ernetti non è però quella di Cristo, ma una rappresentazione del Tieste di Quinto Ennio, avvenuta a Roma nel 169 a.C., durante dei giochi in onore di Apollo.

Il religioso rivelò le sue idee alla Domenica del Corriere, nel 1972, ribadendole anche in un volume del 1987. In seguito tuttavia gli fu proibito di parlare, la sua macchina fu confiscata in Vaticano e qui "smontata" (almeno per la versione ufficiale): è significativo che ciò avvenga in concomitanza con la svolta razionalistica del 1988, in cui la chiesa rinuncia a difendere l'autenticità della Sindone (che, ovviamente, il Cronovisore confermava). Nel 1994 il religioso scompare; si confidava però con padre Francois Brune, un francescano che nel 2002 avrebbe pubblicato un volume sulle sue rivelazioni. Da allora periodicamente la rete riscopre la macchina del tempo vaticana, colorandola sempre di nuovi fantastici poteri.

La cosa mi ricorda un mio vecchissimo racconto di terza media - la versione a fumetti l'avevo portata all'esame come lavoro di Artistica - dove uno scienziato pazzo, fondamentalista religioso (elemento censurato nella versione d'esame), torna indietro nel tempo per cancellare la svolta dell'arte astratta e finisce per produrre la vittoria del paganesimo nazista (legge fantascientifica del contrappasso) scongiurata poi in estremo nell'happy ending (nella versione censurata per l'esame, ovviamente). Era il 1989: non lo sapevo, ma forse quello scienziato era padre Ernetti.

Post più popolari