Lorenzo Il Magnifico




Su Wundergammer.com, il sito di recensioni del videogame a cui collaboro, nuova intrigante recensione sul secondo capitolo della saga videoludica di  "Assassin's Creed", quella ambientata nella Firenze di Lorenzo de Medici (nella copertina del post, il protagonista Ezio Auditore col Magnifico in uno screenshot del gioco).

L'interessante recensione approfondisce, con tanto di apparato critico e video, alcune notazioni storiche particolarmente gustose del gioco, per le quali rimando all'articolo. Io ne approfitto invece per celebrare la figura di Lorenzo, cui sono legato anche da ragioni onomastiche. Assieme col genovese Cristoforo Colombo, difatti, condivide la fortunata sorte di essere uno dei pochi uomini ad aver tagliato in due la storia (anche l terzo, il corso Napoleone Buonaparte, era in fin dei conti anch'esso quasi italiano, essendo da poco divenuta la Corsica dominazione francese alla sua nascita). 

Il 1492 è infatti noto per la scoperta dell'America, ma tale data (oltre a segnare la fine dei regni islamici in Europa) è soprattutto quella della morte di Lorenzo, che porterà alla diffusione romana ed europea del Rinascimento ermetico, prima confinato nella sua Firenze, nuova Atene dell'Accademia Platonica. 

Questa importanza ha fatto sì che Lorenzo de Medici sia stato il protagonista della prima ucronia moderna, scritta nel 1812 da Lorenzo Pignotti (mentre per Napoleone, con la Russia, iniziava la fine) da uno storico fiorentino, il quale immaginava che, vivendo egli più a lungo, il rinascimento esoterico non si sarebbe dovuto giocoforza trasferire a Roma per il declino mediceo, e Lutero non avrebbe avviato la sua improvvida riforma.

Non so se i cugini francesi dell'Ubisoft sapessero dell'utopica ucronia italiana, anche perché il loro videogame sui viaggi psichici nel tempo non porta mai a creare stabili deviazioni del corso della storia. Ma certo pare un omaggio, voluto o meno, ad una delle figure più grandi della storia, di cui tornerò presto a parlare.

Post più popolari