SPQM

Lorenzo Barberis, "Lupa monregalese" (2011)

Avevo accennato di recente di aver notato un nuovo dettaglio prima a me ignoto nella "Mondovì esoterica" molto vicino a casa mia. Uso questo post di oggi per rivelare l'arcano: si tratta di una villetta non distante da casa mia che, come mi aveva segnalato un amico, possedeva in facciata un'immagine della Lupa capitolina, presumibilmente risalente all'età fascista. Una cosa interessante, poiché sono rare le case dell'Altipiano (il quartiere nuovo di Mondovì, l'unico dove erano plausibili edificazioni d'era fascista) che possiedono un riferimento esplicito all'estetica littoria. Mi viene in mente solo un'altra villetta il cui portale d'ingresso è custodito da due lupi; ma in questo caso l'iconografia romana è decisamente più dubbia. Questa invece è indubbiamente la Lupa romana. Avrei già voluto documentare prima questo dettaglio forse non ermetico, ma comunque particolare, ma la casa era entrata in ristrutturazione. Temevo che la Lupa non tornasse al suo posto, e invece terminato il restauro eccola di nuovo lì. Ho quindi approfittato per documentare la sua presenza, e dalla foto mi sono accorto di un dettaglio forse insignificante: il suo muso ha un aspetto singolarmente umano. Per il resto l'iconografia è decisamente convenzionale, e non c'è molto da dire. Un altro tassello della Mondovì nascosa, di cui forse ignoreremo per sempre l'esatto significato.

Post più popolari