Al Azif

Abdul Al Azrhed, "Al Azif"

L'anno scorso, quando il premier iraniano Ahmadinejad aveva attaccato la "superstizione occidentale" del Polpo Paul, avevo osservato che anche per lui era pericoloso prendersela con una evidente progenie di Chtulu. A quanto pare, la cosa è più vera di quel che sembri. Probabilmente finirà tutto in un nulla di fatto, ed è difficile capire cosa significhino certe accuse all'interno del mondo della geopolitica islamica, ma una cosa è certa: gli attacchi che gli sono rivolti sono strettamente interconnessi ad accuse esoteriche. Formalmente Ahmadinejad, per scavalcare la guida della teocrazia, sta riportando in auge dal 2009 la leggenda del Dodicesimo Imam, il quale esisterebbe in forma nascosta e sarebbe in contatto coi suoi più stretti e iniziatici collaboratori - anche per non esporsi in primis, ovviamente. Tale concezione è pericolosa per i Teocrati, poiché se creduta renderebbe superato il loro potere: essi accusano dunque gli ermetisti di corte del presidente di operare non secondo un ermetismo comunque islamico, ma secondo rituali inconfessabili necromantici.

"L'ayatollah iraniano ultraconservatore Mesbah-Yazdi, considerato mentore di Mahmud Ahmadinejad, ha affermato che il presidente iraniano è sotto l'effetto di "un sortilegio" fattogli dal suo più stretto consigliere e consuocero, Esfandiar Rahim-Mashai. "Il presidente è stato per il 90% stregato - ha sostenuto -: nessuna persona saggia farebbe certe cose se fosse nel pieno controllo di sé", riferendosi alla politica contro l'establishment religioso." (TgCom Mediaset, 15-5-2011).

"Esfandiar Rahim-Mashaei. Cinquant’anni, consuocero di Ahmadinejad, capo dello staff presidenziale, ministro degli Esteri ombra. Il suggeritore nella buca, forse. Secondo i piani del circolo, è destinato a diventare presidente nel 2013. Mashaei è l’uomo più odiato dagli ambienti clericali conservatori per una serie di prese di posizione eterodosse. Ha dovuto dimettersi da vice presidente per aver detto di non odiare il popolo israeliano, è stato attaccato per aver proposto un modello politico nazionalista persiano a scapito di quello islamico, è stato accusato di aver incontrato emissari americani. Gli rinfacciano di essere l’amante di una celebre attrice. All’indomani del duello tra Ahmadinejad e Khamenei, diversi suoi uomini sono stati arrestati, tra cui Abbas Ghaffari, che il sito «Ayandeh» ha descritto come «individuo dalle speciali abilità metafisiche, in connessione con mondi sconosciuti»." (La Stampa, 15-5-2011).

Il dodicesimo Imam, quindi, sarebbe in verità per i teocrati una creatura di "altri mondi". La cosa inquietante è che esiste una non così labile connessione tra i miti lovecraftiani di Chtulu e l'Iran: il folle filosofo arabo Abdul Alhazred che per primo avrebbe evocato i terrificanti Antichi, era stato introdotto dal suo maestro Sabbah Al Hindi ai misteri delle antichissime religioni praticate in Persia; e anche il suo Necronomicon, il Libro della Legge dei Morti che serviva ad evocarlo, sarebbe scritto in persiano col titolo di "Kitab Al Azif", Libro delle Strida dei Demoni del deserto. Lyon Sprague de Camp sul finire dei '60 acquistò infatti uno strano manoscritto proveniente da un villaggio del nord dell'Iraq e al ritorno lo fece esaminare da alcuni esperti, i quali lo definirono una sequenza di segni priva di significato, vagamente somiglianti al persiano e di datazione ottocentesca (antecedente Lovecraft, dunque). Sprague De Camp decise comunque di pubblicarlo: è la versione del Necronomicon attualmente accettata dalla maggior parte dei cultori come vera.

Post più popolari