Clavicula Salomonis





Lorenzo Barberis, "Claviculae Salomonis" (Firenze 2011)

Ieri eccellente visita a San Fiorenzo di Bastia Mondovì, per ammirare le ermetiche pitture del più vasto ciclo pittorico del '400 piemontese. Fotografato tutte le magnifiche pitture murali di una chiesa che dovrebbe essere una tappa obbligata per ogni studioso d'arte (soprattutto ermetica...) già solo per il magnifico Inferno.

Tuttavia prima di sistemare queste nuove foto devo terminare il lavoro su quelle del recente viaggio a Firenze. Quindi, dato che oggi il blog supera i cinquanta paesi del mondo di diffusione grazie alla new entry di Israele, dedico un post alla singolare ricorrenza del simbolo della Clavicula Salomonis nelle opere rinascimentali e tardogotiche di Firenze. Tra i due esempi più significativi, l'altare della chiesa di Orsanmichele, centro delle corporazioni che dominavano la città prima dell'avvento della signoria medicea, e la facciata di Santa Croce, il mausoleo degli italiani illustri. Due luoghi che dimostrano l'interesse degli ermetici rinascimentali per i sigilli iniziatici propri della cultura ebraica, a partire dalla figura di Salomone riscoperta a partire dai templari.

Post più popolari