Robinsonja Crusoe


Robinsonja Crusoe

Visto sabato questo curioso spettacolo, per i testi, la regia e la recitazione di Adriano Poncellini (allerta spoiler as usual, per chi volesse vederlo). Ovviamente "Robinsonja Crusoe" è la versione femminile del celebre romanzo di Daniel Defoe che nel 1721, per certi versi, apre l'età illuminista, primo romanzo moderno incentrato sulle capacità dell'homo faber borghese. La riscrittura è una parodia divertita ed incentrata sulla femminilizzazione del protagonista, un tipico espediente che resta però in realtà sullo sfondo, per favorire invece una commedia dell'arte di frizzi e lazzi in libertà. Robinsonja (volendo si poteva scrivere il nome staccato: Robin e Sonja sono infatti due nomi femminili inglesi plausibili, a differenza della loro fusione) appare solo nella seconda metà dell'opera - sopra nella scena del suo naufragio sull'isola - e a parte suscitare l'interesse di tutti i maschi dell'isola, il suo ruolo è piuttosto marginale. La conclusione è un classico deus ex machina metaletterario - un pirata che la salva "perché l'autore della commedia vuole così": evviva! - ma le scenografie e i costumi sono belli, e lo spettacolo è divertente.

Post più popolari