SimCity Aliens

Alien invasion in SimCity 2012

Un post leggero e videoludico per segnalare una nuova pietra miliare nel social gaming via facebook. Il mio interesse per questo mondo era nato nel 2010, con la nascita di CityVille, evoluzione urbana dell'esperimento rurale di FarmVille (2009) l'anno precedente. Al proposito avevo  scritto anche per Wundergammer l'articolo SimCityVille, in cui comparavo appunto il nuovo CityVille con l'originale SimCity (1989), in favore inevitabilmente di quest'ultimo. SimCity era stato infatti il primo videogioco cui mi ero appassionato, avviando il mio interesse per il videogame strategico. 


It's all well what ros-wells... l'assistente del sindaco è una perfetta Damsell in Distress.


Nel 2011, la EA si era inserita nel fiorente mondo dei social games con il suo Sim Social, in cui riprendeva i Sims (2000), una tarda evoluzione dei suoi videogame di simulazione, proprio mentre la Zynga lanciava il suo medioevalistico CastleVille, basato su una grafica a cartone animato. I Sim avevano un discreto successo, ma in generale la bolla dei 'Ville si andava apparentemente smorzando, e la stessa Zynga si è rivolta, ultimamente, a giochini minimal sul suo nuovo portale sostitutivo autonomo da Facebook.


Good or Evil. God or Devil. Or a mixture of the two.

Ora però la EA rilancia con SimCity social (2012), che mira a prendere il posto di CityVille su Facebook. E non potevo mancare di giocare qualche mano al nuovo gioco, pur non abbandonando per ora nemmeno la mia CityVille virtuale. SimCity ha una grafica indubitabilmente affascinante, con la veduta dall'alto tipica del gioco, meno cartoonesca, più ordinata. 

Anche le interfacce dei vari consiglieri sono riprese dai Sims, con un segno più realistico e forse un accenno in più di personalità virtuale rispetto ai vuoti avatar delle 'Ville; il punto di forza, però, pare essere soprattutto la scelta di gioco offerta, che promette di caratterizzare la nostra città per alti guadagni, ma poco consenso, alto crimine e alto inquinamento, o una città più equilibrata ma meno redditizia: un elemento che può essere il vero punto di forza del gioco.

And now, it's all up to you. Anche se l'ncendio celato sullo sfondo è sempre poco rassicurante... come il piccolo disco volante sulla nostra scrivania.

Sopra ogni cosa, per chiudere su una nota ufologico-esoterica, la prima missione che si prospetta, come vediamo dall'immagine di copertina, è relativa alla caduta di un disco volante sulla nostra tranquilla Roswell di provincia: una scelta appropriata per il 2012. Non sarà così: ma sarebbe bello che anche il punto premiale, la scelta del lato chiaro od oscuro della forza, avvenisse in reazione allo stringere o meno un "patto scellerato" coi nostri nuovi vicini alieni.

Comunque sia non c'è che dire: SimCity sa sempre come prenderci.

Post più popolari