Nice To Meet You - Day 2



Day 2 a Nice Ville.
Le immagini del post saranno tutte della mia dolcissima metà, Laura Blengino, dato che in quel giorno mi ero dimenticato la macchina fotografica.
Sono molto belle sia per le scelte di Laura, sia per la sua macchina che, pur essendo meno "pro" della mia, è più recente e gestisce meglio le foto in notturna.
Quindi per i prossimi post vedrò di mixare le due fonti fotografiche.

Dicevamo: Day 2 a Nice Ville.
Visita al Museo d'Arte Contemporanea, che è relativamente vicino e raggiungibile a piedi e ci attrae per la sua modernità, legata soprattutto alla Pop Art e al "noveau Realisme" della scuola di Nizza, in contatto per certi versi con tale movimento.






Già lungo la via si respira un clima pop nei negozi, con quello stile vagamente tamarro di Nice che fa parte della sua connotazione meno francese, più mediterranea. Al diner anni '50 stile "Ritorno al futuro" (con bel contrasto tra la luccicante Chevrolet dei murales e la triste automobile di terza mano del reale) si alternano citazioni di tetris e tetri dragoni di fine Ottocento.




Così finalmente giungiamo a Place Yves Klein e al modernista edificio del Museo. Uno dei vantaggi di usare le foto di Laura è che posso autocelebrarmi nei miei viaggi artistici: qui ad esempio sono davanti al drago-fontana di Niki De Saint Phalle, la scultrice dell'eclettica Ecole de Nice, autrice anche della Fontana Stravinsky davanti al Beabourg di Parigi.


Un mobiles di Calder, con relativo omaggio dell'artista moderno Arne Quinze.





Al primo piano, l'Omaggio all'Eté di Matisse. Il migliore, tra tutti quelli fatti dai vari musei cittadini.
Se altrove ci si limitava a una sala dedicata a Matisse con del materiale ripreso dal Musée omonimo nizzese, qui si radunavano invece omaggi di artisti contemporanei al Gran Maestro, console col geometrico Picasso dell'arte astratta contemporanea.




Signori e signore, la Pop Art.

Il Level 2 è dedicato alla Pop Art, che ci accoglie con una classica macchina fracassata.
Volente o nolente, Laura aveva anticipato il concetto con la sua foto di copertina.





Nelle sale tematiche, un bello spazio è destinato alla nostra Niki de Sainte Phalle.

(Continua...)

Post più popolari