Nice To Meet You - Day 6


Giorno 6 a Nizza.
E con questo finisce la serie dedicata alle mie vacanze estive.
In mattina, visita al Museo di Belle Arti, con bei pezzi dell'Ottocento.


Tipo questo satiro con ninfa.


O questa baccante (in coreografia con Laura).


O la schiava greca, tipico tema orientalista (in sfondo, credo, un Prometeo).


Tema anche pittorico.


Ma la cosa più scenografica in foto restano le sculture.


Come questa, decisamente d'impatto nell'allestimento, che mi offre la scusa per un (doppio) ritratto en abime.


Questa coppiera degli Dei mi ricorda la donna del Graal sulla facciata della Gran Madre a Torino.


Laura stilosissima nel suo nuovo cappello, con una coppia di amanti greci.

 

E poi, c'è l'immancabile momento Matisse. Che qui è un Momento Moreau, dato che Moreau è stato maestro di Matisse.


E, in effetti, i suoi quadri simbolisti già anticipano a fine Ottocento post-impressionista lo sgretolarsi della tradizione classica, nelle figure e negli sfondi onirici.


E poi, la grande scoperta: Gustave Adolf Mossa.
Il grande simbolista di Nizza, nato nel 1883, morto nel 1917.


Non mancano i classici dell'erotismo anticlericale Fin De Siecle.


La Belle Dame Sans Merci, il tema dominante, come giusto nel decadentismo.



Un tema che si trasfigura nella città stessa di Nizza.



Un ironico autoritratto del caustico pittore.


Tra i moderni, spicca Dufy, tra i tanti modernisti con liasons a Nizza.


Dufy e il Jazz. All that jazz.



Ritratto con scultura. Quella dell'autoritratto.


Fuori del museo, ci aspetta Idefix.



Pomeriggio, giro a Nice Etoile. In fondo, anche il megacentrocommerciale della moda è un gigantesco museo d'arte, tra vestiti avveniristici e vetrine sperimentali.


E anche la struttura non è da meno.


Serata in relax, in attesa della partenza: Place Massena.


Poi, giro nel centro storico per cena:


Il mercato dei fiori:


E il Jazz, onnipresente:


Quindi, la Promenade, coi suoi roller semi-pro:


Il Palazzo del Mediterraneo:


E il Negresco, in tutta la sua gloria:


Con l'unica foto di coppia della gita, fatta da un passante che gentilmente non è fuggito con la fotocamera:


Quindi, struggente addio alla Promenade:


E a Place Massena:


Fine della gita a Nikeia. Stanchi ma vittoriosi, torniamo a casa:


Sipario.

Post più popolari