Nuovo Ordine Giornale


LORENZO BARBERIS

Non ho mai avuto particolare simpatia per "Il Giornale", l'house organ di casa Berlusconi; tuttavia, dato che online leggere i giornali è gratis, sfoglio anche la prima pagina della principale testata di destra del paese.

Mi ha sorpreso quindi notare come di recente (forse anche in passato, non so) "Il Giornale" abbia fatto un deciso salto verso il complottismo. Non il complotto dei giudici, no, dico proprio il complottismo a livello mondiale.

L'articolo è questo, uscito non casualmente l'11 settembre.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ecco-chi-tira-i-fili-terrore-sovvertire-lordine-mondiale-1050906.html

In esso, il giornalista intervista il complottista russo Daniel Estulin, presunto esperto del celeberrimo Bilderberg Group. Nel corso dell'intervista, per nulla critica e nemmeno ironica, si dipana una classica visione complottarda dello scenario globale (che, ovviamente, non vuol dire per forza in toto sbagliata).

Ucraina, ISIS e disordini di Ferguson sono tutti collegati, gestiti dagli Shadow Masters che ci manipolano come burattini. I Superiori Sconosciuti di tutta la tradizione iniziatica, i Magistri Invisibiles dei Rosa+Croce, visti ovviamente in negativo come sempre nel complottismo.

Il loro piano, per Estulin, risale all'Istituto Tavistok, che non conoscevo: nato all'indomani della Grande Guerra in Inghilterra per indagare il disturbo post-traumatico bellico, stando a Estulin e ai complottardi sarebbe stato il primo nucleo del controllo mentale.



Il Piano è, ovviamente, per una Sinarchia Mondiale, come al solito, di cui l'Unione Europea è uno stadio intermedio. La Russia di Putin va distrutta dagli Shadow Master perché è una potenza nucleare a loro ostile.

"La Cina, per esempio, ha una grande popolazione ma non è una potenza nucleare." continua Estulin, sorprendentemente. Certo, ne ha meno di Russia e USA (le statistiche variano, ma si confrontano sulle diecimila ciascuna) ma comunque ne avrebbe 400, cento in più della potenza numero 4, la Francia.



Tra i classici nomi cari alla destra del "complotto dei giudici" (Monti, Draghi, Prodi, oggi Renzi... non c'è nemmeno bisogno di citarli) Estulin fa riferimento anche alla francese Christine Lagarde, capo del FMI vicina a Sarkozy che ha sostituito il connazionale socialista Dominque Strauss-Khan dopo il noto e discusso affaire del 2011 che ne aveva forzato le dimissioni.



L'ultimo premier eletto è Berlusconi, ricorda quindi disinteressatamente Estulin; ma subito dopo rivela che il nuovo Bilderberg Club è l'Aspen Institute. Blderberg e anche la Trilateral Commission (di cui Monti, mi pare, era stato anche presidente) erano potenti nel mondo della Guerra Fredda; oggi la nuova élite è l'Aspen, il cui campus centrale è stato fondato nell'omonima ridente stazione sciistica californiana di 6.666 abitanti (in realtà 6658, ma era divertente arruolarne altri otto: diciamo che gli otto che mancano sono i maestri invisibili rosacrociani, gli Shadow Masters).

Come da logo, l'istituto si propone una "Leadership Illuminata", termine che fa tremare le vene e i polsi di solito ai complottisti. Ma la cosa curiosa è che il presidente di Aspen Italia, stando a wikipedia, è Giulio Tremonti, il fido braccio destro di Berlusconi. Sarebbe lui, allora, a "tirare i fili del terrore mondiale?".

Quindi, o il Giornale fa coraggiosa controinformazione su sé stesso (sulla sua fazione, perlomeno, diciamo...) oppure manca qualche passaggio logico in tutto quanto.



Ad ogni modo, di Aspen parla il primo film dei Fratelli Farrelly, del 1994; e forse si fa riferimento anche alle vicende dell'Aspen Institute. Infatti, i protagonisti ritrovano una valigia piena di denaro che appartiene a una potente famiglia capitalistica ricattata da una misteriosa organizzazione, e per restituirla si recano appunto ad Aspen, dove si verifica lo showdown finale (sul tragitto, simbolicamente, ma è una chicca per osservatori attenti: passano anche in un locale dal simbolico nome Dante's Inferno: quasi a dire che la pista per l'Aspen Institute passa dall'Italia e dai suoi riti esoterici).

Non so se possa esserci qualche messaggio segreto, ma forse i nuovi complottisti del giornale potranno trovarne ispirazione per nuove speculazioni. Ecco qua un segmento interessante, ad esempio; e benvenuti nel (Bilderberg) Club.

(Immagine di copertina: Paperon de Paperoni come leader degli Illuminati).

Post più popolari