Ode ad Alessandra Moretti (caduta da cavallo)


LORENZO BARBERIS

La sconfitta della sventurata Alessandra Moretti in Veneto mi ha ispirato una breve terzina cabalistica, ottenuta anagrammando il nome della leggiadra fanciulla renziana per ottenere ciascun verso. Questo il risultato:

*

Alessandra Moretti.

Lire, so, tramandaste:
Sento stramaledirà
Sì torte salamandre.

*

Parafrasi: nel primo verso il poeta si rivolge alle "lire", le cetre che cantano le vicende della sua eroina. Ironicamente, possono essere anche "lire" come unità di misura del denaro, dando alla classica invocazione un tono ironico e beffardo.

Nel secondo verso, il poeta presagisce che la Moretti "stramaledirà" le "torte" (storte) salamandre che si sono opposte alla sua vittoria: le "serpi in seno" al partito che hanno sfavorito l'irresistibile avanzata renziana.

La maledizione è ambigua, perché la salamandra è, in alchimia, rettile in grado di resistere al fuoco più estremo. Come ad avvertire i renziani che i loro nemici interni sono più resistenti di quanto loro possano immaginare.





Post più popolari