Italian Illuminati: Alice Sabatini.




LORENZO BARBERIS.

Disclaimer: satira esoterica, alla "Pendolo di Foucault".

Alice Sabatini è la nuova Miss Italia.
La protagonista del concorso di bellezza nazional-popolare ha rafforzato la sua effimera popolarità
con una curiosa affermazione: alla domanda di quando avrebbe voluto vivere, ha detto: "42".
Il dubbio che stesse citando Douglas Adams e la sua risposta alla vita, l'universo e tutto quanto è forte.


In rete infatti è tutto un florilegio di umorismo nerd su Hitchhikers's Guide to the Galaxy e così via. Nemmeno io mi sono sottratto, chiaramente, in modo più bonario della media. La versione nazional-popolare è però un po' più per palati meno fini; come vedremo.

Nata nel 1996 a Montalto di Castro, la bella Alice fa gare di bellezza dall'età di 5 anni (dal 2001: è una bellezza del nuovo millennio) ma gioca anche come cestista in A2. Poco si può dire del curriculum "ermetico" della bella Alice: il nome, nel duplice riferimento a Lewis Carroll e ai Sabba diabolici, può piacere agli illuminati appassionati d'onomanzia, una "Alice del Sabba" in pratica, che ben si sposa col suo astuto candore (un tratto molto alla Marylin, l'Illuminata-base). Montalto di Castro, provincia di Viterbo e lungo il torrente Fiora ("vedesti Montefiore quant'è oscura"?), è però città significativa: soli novemila abitanti, ma il comune più occidentale del Lazio, e nei pressi dell'antica Vulci etrusca, con un Mitreo e una Necropoli molto interessante, ove è attestata anche una statua di Sfinge (fossimo negli anni '50, potremmo chiamare l'ambigua Alice "la sfinge di Vulci", che ha richiamato anche in una posa).




La Sabatini e una amica nel 1942 alternativo, con il Saturday Night Furher.

Ma torniamo al caso della Miss. Alice ha detto "42", ma la conduttrice Simona Ventura (super-Illuminata tra le popstar italiane, va detto) ha subito integrato come "1942", chiedendole se le sarebbe piaciuto fare la guerra. "Beh, le donne mica combattevano, no?" ha replicato lei, più sarcastica a mio avviso che convinta. Tutto ciò ha dato la stura a una serie di critiche ed accuse di ignoranza abissale, che probabilmente è parte di una strategia voluta: senza la "gaffe" nessuno avrebbe parlato di lei, così è al centro dell'attenzione.

La Sabatini è infatti abile a tenere alta la polemica: da un lato ha dichiarato che le foto che la ritraevano allo sbarco in Normandia le ha trovate disgustose (perché? Comunque, per rispetto, quelle non le ripubblico), dall'altro, ricevuto lo scontato Tapiro d'Oro da Staffelli, non perde le staffe ma dice che "il mio massimo eroe italiano è Michael Jordan" (che ha anca tatuato su una natica; pardòn, sull'anca).

Quindi i miei complimenti ad Alice In Wonder-War per aver saputo usare abilmente le strategie dei media, diventando per un breve periodo la Sabatini del Villaggio globale italiano. E se proprio va fatta una citazione bellica, si ricordi il celebre "1942", videogame d'epoca (il 1985) dedicato, con scarso realismo, alla seconda guerra mondiale.

Resta un quesito: allora, la Sabatini è un'Illuminata?



Le foto pre-miss ci dicono che - oltre che diplomata in biotecnologie e campionessa di pallacanestro - la ragazza ha un animo sottilmente dark.



Tra l'altro, la sua attività da cestista la avvicina ancora di più all'hipster-Hitler che gioca col pallamondo come codificato da Chaplin. Se qualcuno è bravo e ha voglia, ne verrebbe un bel montaggio.






Al Basket si collega inoltre il tatuaggio su un'anca, che rappresenta Michael Jordan (il più grande degli Italiani: una allusione ermetica a Giordano Bruno?): certo, ma la stilizzazione ricorda anche un triglifo ermetico, magari una diversa sintesi dell'ultimo simbolo di Zoso.



Curiosi anche i "sandali con serpente" che la fanciulla appare indossare in alcune occasioni, indubbiamente iniziatici (colei che "schiaccia ai propri piedi il serpente" è la Vergine dell'Apocalisse).

Insomma, se Alice Sabatini, con quel nome così sabbatico, non è ancora stata iniziata a qualche misteriosa Loggia del Bianconiglio credo che ora, con la sua acquisita celebrità sia pur effimera, non possa mancare di avviare una brillante carriera di popstar controllata dal MkUltra, o la sua versione odierna.

Nel caso, saremo qui a documentare i suoi prossimi successi.


Post più popolari