Dawn of the Dead – Hotel La Muerte



LORENZO BARBERIS

Dawn of the Dead – Hotel La Muerte è un nuovo fumetto dell'etichetta Rustblade che va ad omaggiare il celeberrimo film di Romero in occasione del quarantennale del primo capitolo della serie. Un film che ha rivoluzionato completamente la concezione dell'horror cinematografico, ma ha anche condizionato da vicino il fumetto italiano, costituendo una potente ispirazione per la nascita di "Dylan Dog", che otto anni dopo, nel 1986, esordiva con un numero uno intitolato appunto all'"Alba dei morti viventi", con cui si avviava l'originale citazionismo sclaviano.



L'omaggio dello sceneggiatore Andrea Gallo Lassere e della disegnatrice Simona Simone è qui più aderente all'immaginario originario della saga, di cui vanno ad ideare un breve ma efficace spin-off, che reinterpreta liberamente le vicende del mondo sotto assedio dei morti viventi. Se Sclavi, da par suo, approfondiva perfettamente in Dylan Dog la metafora dello zombie come schiavo consumatore/produttore del capitalismo, avviata da Romero, con Andrea Gallo Lassere siamo più dalle parti del citazionismo tarantiniano, giocato sul gusto di una accumulazione volutamente frenetica ed eccessiva, anche dato il limitato numero di pagine a disposizione.



Per la stessa ragione di spazio narrativo disponibile, la tavola è piuttosto affollata, con una griglia a quattro strip invece che la consueta scansione della gabbia italiana a tre, e oltretutto particolarmente ricca di eventi - e con una generosa spruzzata (di sangue) splatter. In ogni caso, Simona Simone se la cava bene nel conciliare un segno minuzioso e preciso (un classico corollario dello splatter, con cui offrire al dis-gusto del lettore un maggior dettaglio dei particolari orrorifici) e l'accelerato dinamismo dell'azione, mentre per l'inchiostrazione adotta una soluzione piuttosto classica ed equilibrata nel bilanciamento dei neri, a differenza delle soluzioni più sperimentali ed oniriche adottate per il recente "Madre" di Cavaletto, di cui avevamo da poco avuto occasione di parlare. Non manca mai nell'autrice una resa particolarmente sensuale delle figure femminili, che del resto ben si sposa con una certa tradizione dell'horror che si accompagna sovente sottotraccia a un certo erotismo. Nel complesso, insomma, un omaggio interessante, che potrà interessare soprattutto i fan di questo universo narrativo.


Caratteristiche tecniche e distribuzione:

Dawn of the Dead - Hotel La Muerte
(21x29,5. 15 pp. b/n) – (Rustblade Records) www.rustblade.com

Sceneggiatura e dialoghi: Andrea Gallo Lassere
Disegni e copertina: Simona Simone
Lettering: Simona Valentina Tornabene

Prefazione: Claudio Simonetti e Stefano Rossello.

Italian Version:

Comic Book + Poster: 7 €

Post più popolari