Miguel Ángel Martín



Col nuovo anno che incombe mi sono ripromesso, tra il resto, di recuperare sul blog, un po' abbandonato, i pezzi vecchi e nuovi che scrivo in giro. Oggi mi è venuto in mente lo spagnolo Miguel Ángel Martín, classe 1960, uno dei più importanti fumettisti a livello mondiale. 

Ricordo da ragazzo il processo sullo scandalo di Psico Pathia Sexualis, che lessi - trovando molto disturbante, in effetti - da un amico collezionista che era riuscito a procurarselo prima della definitiva mannaia della censura (e in modo già all'epoca garibaldino).

Preferivo molto Brian The Brain, o Rubber Flash, e proprio di questo ho scritto su Lo Spazio Bianco.
https://www.lospaziobianco.it/rubber-flesh-il-black-mirror-di-carne-e-plastica/

Sul blog, in precedenza, avevo parlato di Martin in riferimento a un mio amico artista molto bravo, conosciuto tramite comuni amicizie ai tempi di Wundergammer, l'ottimo Cutter (vedi qui).

Mi è venuto in mente Martin perché in questi giorni impazza sui social "monregalesi" la sfida a immaginare mongolfiere alternative derivate da oggetti di uso comune, e mi è venuta in mente la maschera antigas/bdsm che è un po' l'icona di Martin. Così, un po' provocatoriamente, gli ho dedicato questo omaggio.




Post più popolari