Dylan Dog 235 - Sonata Macabra


"Sonata Macabra" è un Dylan Dog piuttosto interessante per questo periodo ormai di declino del personaggio. Pasquale Ruju infatti per una volta si allontana dal giallo-thriller - pur di qualità - che aveva imposto sul personaggio, e sviluppa invece una storia pienamente orrorifica.

Ai disegni lo aiuta molto il supporto di Roberto Rinaldi, molto a suo agio nelle atmosfere demoniache ben evocate anche da Angelo Stano nella copertina.




Inoltre, si approfondisce in modo coerente un aspetto importante della mitologia dylaniata: il Trillo dei Diavolo del compositore Tartini, musica composta nel 1713 sulla scorta di una presunta visione diabolica.



La ricerca del "vero" Trillo diabolico da parte del folle compositore e la pupilla-violinista da lui soggiogata offre lo spunto per scene di grande impatto visivo. Entrano in campo anche degli espliciti satanisti, un po' accantonati in questi anni, probabilmente in conseguenza del timore della "caccia alle streghe" di metà '90. E anche questi sono connotati in modo molto sobrio, non facilmente distinguibili da generici cattivi bonelliani, salvo qualche bella battuta di dialogo.



La conclusione è di grande efficacia, sfuggendo alla maledizione dello spiegazionismo. E, naturalmente, la "colonna sonora implicita" in questo caso è scontata: l'intero albo va letto con il Trillo del Diavolo in background, preferibilmente con una interprete femminile come quella dell'albo.

https://www.youtube.com/watch?v=XAW2teVbiqI

Post più popolari