Nella rete del fumetto



Come ho detto più volte, su Lo Spazio Bianco mi occupo del tema del rapporto tra fumetto e letteratura, col mio blog "Come un romanzo" e con interventi sul sito vero e proprio (ovviamente in modo largo e non esclusivo).



Non avevo ancora accennato al fatto che, sul finire del 2019, ho iniziato a seguire anche la rubrica dedicata ai webcomics, Nella Rete del Fumetto, creata nel 2013 da Dario Custagliola. La rubrica era stata piuttosto rilevante, ma nel 2017 aveva avuto una forzata discontinuità per ragioni di altri impegni del suo creatore. Ho quindi ritenuto importante riprenderla e cercare di portare avanti il discorso, senza ovviamente pretese di completezza.

Per gli interessati, ecco il link della rubrica, dei testi sui webcomics su LSB, e della pagina fb.

https://www.lospaziobianco.it/categoria/rubriche/rete-fumetto/

https://www.lospaziobianco.it/argomento/webcomics/

https://www.lospaziobianco.it/?s=webcomic




Ho anche ideato un piccolo logo, fondendo la geniale sintesi di Scott McCloud per il webcomic (una closure di zero e uno) con il logo di LSB (quattro vignette disposte a quadrato, l'ultima vuota e tematizzabile).



Il webcomic era già prima un fenomeno chiaramente importante del fumetto e anche in precedenza, sul blog, ne avevo parlato spesso: 


Ma in questi tempi difficili segnati dal Coronavirus potrebbe ritagliarsi una nuova importanza.  Anche le case editrici tradizionali infatti hanno provveduto a rilanciare i loro fumetti pensati per il cartaceo in digitale, gratuitamente, per suscitare l'interesse dei lettori e sollecitare l'acquisto in cartaceo. Un fenomeno che, con dovuti adeguamenti, diverrà una presenza strutturale, sostituendo lo "sfoglio in libreria" o fumetteria che resterà proibito o ridotto a lungo - credo anche se si risolvesse l'emergenza sanitaria attuale, per prudenza verso eventuali epidemie future. 

Staremo a vedere. Intanto, questo è il quadro degli interventi finora realizzati. Il primo, di apertura, è una piccola tavola rotonda sul webcomic con alcuni degli autori migliori dell'ambito (tra cui Elisa2B, che è quella che trovo più interessante e da cui è tratta l'immagine di copertina), che nel suo piccolo pensa al dibattito sul fumetto su Linus nel 1965.


Poi, con l'inizio del 2020, ho fatto una ricognizione sui portali dei webcomic, un fenomeno che ovviamente non esaurisce affatto il fumetto online (che permette anche l'affermazione dei singoli, oltre questa sfera), ma comunque costituiscono una realtà interessante e un primo punto d'accesso per tenere sott'occhio il fenomeno.


Qui, a quattro mani con David Padovani, un'intervista su un webcomic decennale, di livello, come Rusty Dogs, tra i principali fenomeni italiani dell'ambito.


Qui intervista e recensione di uno dei migliori webcomic recenti.


E qui, a marzo, un primo punto sulle trasformazioni imposte dal Coronavirus.


Inframmezzato a interventi di altri, cercherò di portare avanti questo discorso nei prossimi tempi.




Post più popolari